giovedì 16 settembre 2010

JOEL PLASKETT - Three To One


Una delle soddisfazioni (poche ormai) dei recensori è da sempre quella di scovare il disco ignorato dal mondo e stare a guardare come la propria analisi riesca a creare un passaparola tale da dare ad album ed artista un minimo di meritata visibilità. Non sto parlando di quel bruttissimo vizio di molti di urlare nomi sconosciuti solo per fare baccano mediatico, salvo poi dimenticarseli già il mese dopo, ma del genuino colpo di fulmine che ci aveva suscitato l'album Three di Joel Plaskett, disco che vi avevamo presentato con un ritardo di quasi un anno solo qualche mese fa. Qualche mese dopo dobbiamo constatare che stavolta lo sforzo è stato vano, perché il disco è passato pressoché inosservato dalle nostre parti, e la colpa vogliamo pensare che non sia stata della presentazione, quanto della mole esagerata dell'opera, perché il tempo di ascoltare un triplo cd oggi non lo concederemmo forse neanche più ad un nostro beniamino, figuriamoci ad un nome poco noto. Peccato, perché di quei 3 cd almeno una buona metà sarebbe davvero da recuperare, ma non tutto è perduto, perché ora Plaskett, che nella vita prima di fare il solista è stato leader degli Emergency, pubblica per il mercato europeo una versione "redux" dell'album che potrebbe davvero fare il caso vostro. Poi chi conosce il trittico magari potrebbe avere da ridire sulla scelta della scaletta (volutamente volta a cercare i brani più immediati e "easy"), ma in ogni caso queste tredici canzoni possono davvero darvi l'idea del suo rock fresco e variopinto, che spazia dall'indie-folk fino al roots-rock alla Mellencamp (non quello folk di questi tempi ovviamente), passando in rassegna un po' tutta la storia sonora del rock americano degli ultimi trent'anni, elettronica compresa. Avete una nuova chance dunque, riprovateci che male non fa.
(Nicola Gervasini)

Nessun commento:

NICOLA GERVASINI NUOVO LIBRO...MUSICAL 80 UN NOIR A SUON DI MUSICA E FILM DEGLI ANNI 80 IN USCITA A MAGGIO 2017! SCOPRI TUTTO SU  https...