sabato 26 febbraio 2011

Luciano Federighi - On The Streets Of Lonelyville


In un suo libro del 1996 intitolato Cielo di terremoto (edito da Pacini, editore anche della collana Fanclub sponsorizzata da Rootshighway) Luciano Federighi (storica firma della rivista Musica Jazz) inscenava una sorta di road story per gli Stati Uniti a base di jazz e blues, dove la storia finiva quasi per essere un pretesto per raccontare una terra dove società e musica finiscono sempre per coincidere. Lui d'altronde al blues e al jazz ha dedicato molti saggi e anche alcuni dischi, (15 Minutes & 30 years è passato anche sulle nostre pagine), il primo dei quali (In A Blizzard Of Blue ) fu edito nel 1989 dalla mitica etichetta varesotta Splasc'h. E proprio la storica casa di tanti grandi dischi del jazz italiano si è recentemente sdoppiata in una co-marca chiamata Pus(H)in Records, dedita a sperimentare territori al di fuori del jazz. On The Streets Of Lonelyville infatti è l'ultima opera di Federighi, un disco nato per essere blues, ma che finisce per impantanarsi presto nel fango del Mississippi, garantendogli a questo punto il titolo di Dr. John italiano vista la somiglianza della voce. Ma Lonelyville è quasi un luogo della mente, dove s'incontrano tutte le culture musicali americane, citato indifferentemente da Frank Sinatra, Porter Wagoner o Georgie Jones come si apprende dal retro-copertina, ma è anche il luogo di queste 14 canzoni autografe (a parte la jazzata From 12:30 To Forever), che tra blues (Too Much Of A Good Thing), New Orleans funky (la frizzante Unlock The Door To Baltimore) e tanto del Dr John più innamorato del jazz, ci porta in un viaggio lungo (55 minuti) nella musica d'oltreoceano, attraverso la lezione di un professore in materia e di uno stuolo di ottimi musicisti italiani. Didattico, ma con passione. ( 7)
(Nicola Gervasini)

www.pushin-records.com

Nessun commento:

NICOLA GERVASINI NUOVO LIBRO...MUSICAL 80 UN NOIR A SUON DI MUSICA E FILM DEGLI ANNI 80 SCOPRI TUTTO SU  https://ngervasini.wixsite.com...